Paesagginterattivi Forlì

  • Posted on 21st agosto 2017,
  • written by

Costruzione di una mappa di paesaggio digitale e condivisa. I contenuti sono generati dai partecipanti e
dai cittadini che vogliono contribuire alla realizzazione.

A cura di:
Paesagginterattivi
Comitato di quartiere Schiavonia San Biagio

Format proposto:
Mappa di paesaggio condivisa

Target:
cittadini e ospiti


Premessa – La mappa di paesaggio è uno strumento con cui gli abitanti di un determinato luogo hanno la possibilità di “rappresentare” e “ricomporre” in modo assolutamente originale il patrimonio, il paesaggio, i saperi in cui si riconoscono e che desiderano trasmettere alle nuove generazioni. Consiste in una rappresentazione cartografica o digitale, o in un qualsiasi altro prodotto od elaborato in cui la comunità si può identificare.

Progetto
La Chiesa della SS Trinità rappresenta il luogo/antenna della mappa condivisa, scelto assieme al rappresentante del Comitato di Quartiere Schiavonia San Biagio. Perché poco frequentata dagli stessi forlivesi eppure strettamente intrecciata alla storia della città e al vissuto degli abitanti, noti e non noti. Viene utilizzato il format visivo dei Paesagginterattivi per dare connotazione e identità all’iniziativa, per creare aggregazione, appartenenza e dare ai cittadini la possibilità di comunicare le loro testimonianze.

Evento
L’iniziativa ha durata per tutta la Settimana BV. La costruzione della mappa di paesaggio inizia con un evento sociale lunedì 25 settembre alle ore 18 durante il quale il luogo viene raggiunto assieme a partecipanti, organizzatori, figure pubbliche, cittadini, ospiti. L’itinerario parte da piazza Saffi con la bicicletta e lungo il corso Garibaldi fa tappa in alcuni splendidi cortili “nascosti”: Palazzo Manzoni, Palazzo Masini, Palazzo Gaddi, Palazzo Guarini. Si raggiunge da ultimo il cortile della Chiesa dove – parcheggiate le biciclette – si partecipa a una visita guidata. Ogni persona riceve lo stampato, un flyer con gli accessi alla mappa digitale condivisa.  In seguito i partecipanti potranno contribuire a popolare la mappa con i loro contenuti derivati da esperienze personali, raccolta di testimonianze, narrazioni ascoltate, ecc… che trasmetteranno via mail. I partecipanti potranno coinvolgere altre persone non presenti alla costruzione della mappa, consegnando stampati a chi non sarà presente all’evento. Possono essere recepiti testi, foto, file video e audio, via posta elettronica o attraverso la scheda stampata fino al termine della Settimana BV, quando la raccolta dei contenuti viene chiusa. Durante la settimana la mappa viene via via arricchita di tutti i racconti pervenuti. Rimarrà pubblicata e resa fruibile a tutti come testimonianza e primo tassello di eventuali future rappresentazioni collettive.

Motivazioni al coinvolgimento

  • facendo una mappa di paesaggio condivisa si rilascia energia

  • fare una mappa di paesaggio condivisa ha a che fare con lo scoprire e catturare lo spirito di un territorio
  • riguarda l’identità e la caratteristica locale, o i caratteri che rendono un posto differente da qualsiasi altro, che lo rendono speciale.
  • iI processo per costruirla è accrescimento educativo e di vita: scoperta di fatti nuovi, di nuove abilità, nuovi orizzonti;

(Kim Leslie direttore del West Sussex Parish Maps Project)